informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come controllare le emozioni: consigli utili da seguire

Commenti disabilitati su Come controllare le emozioni: consigli utili da seguire Studiare a Potenza

Stai cercando di imparare come controllare le emozioni?

Allora ecco una buona notizi per te: ti trovi nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti forniremo diversi consigli utili da seguire per gestire emotività, sentimenti ed emozioni.

Perché riuscire a controllare l’emotività può portarti diversi vantaggi. Come aumentare l’autostima, e quindi acquisire sicurezza, aiutarti a parlare in pubblico e a prendere pienamente in mano la tua vita. Insomma: nella gestione delle emozioni può celarsi la chiave di volta per capire davvero come essere sereni.

Vuoi saperne di più? Molto bene, quindi non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito della questione: come controllare le emozioni.

Riconoscere e gestire emozioni: ecco come fare

Nei paragrafi che seguono, cercheremo dunque di capire meglio cosa sono, come funzionano e come controllare le emozioni. Partendo dal presupposto che gestire non significa reprimere i sentimenti. Buona lettura.

Cos’è un’emozione

Prima di capire come controllare le emozioni, bisogna fare ordine sul significato del termine.

Cos’è realmente un’emozione dunque? Per rispondere a questa domanda, prendiamo come punto di riferimento la definizione fornita dall’Enciclopedia Treccani:

«Processo interiore suscitato da un evento-stimolo rilevante per gli interessi dell’individuo. La presenza di un’emozione si accompagna a esperienze soggettive (sentimenti), cambiamenti fisiologici (risposte periferiche regolate dal sistema nervoso autonomo, reazioni ormonali ed elettrocorticali), comportamenti “espressivi” (postura e movimenti del corpo, emissioni vocali)».

Tutto chiaro fin qui? Molto bene, allora andiamo avanti spediti ad identificare quali sono i vari tipi di emozione, come comprenderle e gestirle. Ma anche come fare per studiarle in maniera più dettagliata e approfondita possibile. Insomma: non ci faremo mancare proprio nulla, cercando di fornirti tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento.

Tipi di emozioni

Quando parliamo di come controllare le emozioni, dobbiamo anche capire quali sono realmente queste emozioni. Una prima distinzione può essere fatta tra:

  1. Emozioni primarie. Comprendono quei sentimenti per così dire innati, ovvero rintracciabili in qualsiasi popolazione;
  2. Emozioni secondarie (dette anche emozioni complesse). Le espressioni che vengono influenzate dalla crescita crescita dell’individuo dall’interazione sociale a cui egli stesso è sottoposta durante il suo sviluppo.

Secondo il noto psicologo Paul Ekman, le emozioni primarie sono sei: felicità, paura, rabbia, disgusto, tristezza e sorpresa.

Per quanto riguarda invece le emozioni secondarie o complesse, gli studiosi concordano sul fatto che esse siano il frutto della combinazione di quelle primarie. Da ciò scaturiscono ad esempio l’allegria, la vergogna, l’ansia, la rassegnazione, la gelosia, la speranza, il perdono, l’offesa, la nostalgia, il rimorso, la delusione.

Un’altra classificazione, quella dello psicologo statunitense Robert Plutchik, divide le emozioni in quattro coppie, in base alle loro espressioni. Ovvero:

  1. Gioia contrapposta a tristezza;
  2. Paura contro rabbia;
  3. Attesa versus sorpresa;
  4. Disgusto vs accettazione.

Ultima classificazione può essere fatta tra emozioni positive e negative. Chiariti questi aspetti, non ci resta che scoprire concretamente come controllare le emozioni.

Gestione delle emozioni e autocontrollo

gestire emotivitàSe cerchi delle tecniche di gestione delle emozioni puoi trovarle nella psicologia, nei testi di settore e, perché no, nella meditazione guidata e nella cura del tua persona. Perché come i latini ci hanno insegnato: mens sana in corpore sano.

Ecco perché abbiamo pensato di dedicare degli appositi paragrafi di questa guida all’approfondimento di cosa leggere e cosa studiare per comprendere meglio come gestire il controllo delle emozioni. Quella che ti abbiamo fornito fin qui, infatti, è solo una infarinatura sul tema.

Per approfondire ulteriormente occorre documentarsi, magari leggendo qualche autorevole libro in materia. Inoltre per specializzarsi in questo campo bisogna studiare. Ma non ti preoccupare, abbiamo pensato anche a questo e siamo pronti a fornirti tutti i suggerimenti del caso. Per saperne di più, dunque, non perderti le prossime righe di questo articolo.

Come gestire le emozioni: libro giusto per te

Iniziamo subito con qualche consiglio di lettura. Se vuoi leggere qualcosa di interessante su come controllare le emozioni, ecco una una top ten di testi che possono fare decisamente al caso tuo:

  1. Smetti di mangiare le tue emozioni. Come vincere una volta per tutte la fame nervosa spiegato in questo libro di Isabel Huot e Catherine Senecal;
  2. Agilità emotiva. Un libro di di Susan David per non restare bloccato, accogliere il cambiamento e prosperare nella vita e nel lavoro;
  3. Ricomincia da te. Il libro di Marta Lock che ti insegna come vivere le emozioni;
  4. Riconoscere e gestire le emozioni scatenanti nella vita di ogni giorno. I “Portatori di presenza” canalizzati da Paola Borgini;
  5. Gelosia: strategie e metodi per sconfiggerla. Vitiana Paola Montana racconta come gestire le emozioni e liberarsi da quello che chiama “mostro occhi verdi”;
  6. Che rabbia! Come controllarla prima che lei controlli te. Di Albert Ellis, Raymond Tafrate;
  7. Un’emozione nuova. Testo sulla consapevolezza e sull’educazione emotiva di Marco Odino;
  8. Il Coraggio delle emozioni. Energie per la vita, la comunicazione e la crescita personale a cura di Daniele Trevisani;
  9. Emozioni Distruttive. Un saggio per liberarsi dai tre veleni della mente (rabbia, desiderio e illusione), a cura di due autori d’eccezione, ovvero Daniel Goleman e il Dalai Lama;
  10. Iperattività e gestione delle emozioni. Percorsi educativo-didattici e motorio-sportivi di Giulia Savarese.

A seconda del tipo di emozione sul quale hai bisogno di intervenire, scegli il libro più adatto alle tue esigenze. Dipende dunque qual è l’obiettivo per cui vuoi imparare come controllare le emozioni: il pianto piuttosto che un maggior autocontrollo emotivo sui tuoi nervi, oppure la volontà di controllare le emozioni in amore. Giusto per fare qualche esempio sommario.

Emozioni: psicologia

Ed eccoci giunti all’ultimo argomento della nostra guida su come controllare le emozioni: quello relativo agli studi attinenti. Puoi già immaginare quale possa essere l’area di studio più vicina all’argomento di cui stiamo parlando. Del resto, cosa studia la psicologia se non i processi psichici, coscienti e inconsci, cognitivi e dinamici che determinano emozioni e sentimenti?

In questo settore Unicusano rappresenta una vera e propria eccellenza, grazie alla sua offerta formativa di qualità e alla flessibilità garantita dall’erogazione dei suoi corsi attraverso il sistema e-learning. A partire dai corsi di laurea. Fra questi, possiamo certamente consigliarti:

  1. Laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche;
  2. Laurea triennale in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni;
  3. Magistrale in Psicologia clinica e della riabilitazione.

Anche qualora ti interessasse individuare il master più adatto, non avresti che l’imbarazzo della scelta tra:

  1. Counseling Psicologico e counseling relazionale (I livello);
  2. Medicina, psicologia e biofisica nelle scienze umane (I livello);
  3. Psicologia dello Sport (I livello);
  4. Salute Organizzativa (II livello);
  5. Psicologia Pediatrica (II livello).

Ma questi sono solo alcuni dei corsi che fanno parte della nostra ampia offerta formativa. Per consultare l’elenco completo, ti consigliamo di visionare l’area didattica del portale Uniusano.it.

E con questo si conclude la nostra guida su come controllare le emozioni. Adesso tocca a te fare tesoro di questi consigli, sperando che possano esserti veramente di aiuto.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali