informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Acquisire sicurezza: consigli utili per credere in te stesso

Commenti disabilitati su Acquisire sicurezza: consigli utili per credere in te stesso Studiare a Potenza

Hai voglia di acquisire sicurezza in te stesso, in modo da aumentare la tua autostima o, più semplicemente, riuscire a parlare in pubblico sconfiggendo ansie, paure e insicurezze?

Allora devi assolutamente leggere questo articolo, che vuole rappresentare una vera e propria guida su come essere sicuri di se e avere maggiore fiducia in se stessi.

Andremo alle radici del problema, cercando di comprendere ragioni, cause e rimedi della scarsa autostima.

Pensi che questi consigli possano fare al caso tuo e non vedi l’ora di saperne di più? Molto bene: è proprio questo l’atteggiamento che ci vuole. Chi ben comincia è a metà dell’opera. Ma non perdiamo tempo e andiamo subito a scoprire come si fa ad acquisire autostima. Buona lettura.

Credere in se stessi: cosa significa e come si fa

Nei prossimi paragrafi andremo dunque a cercare di capire come acquisire autostima. Perché la prima cosa da fare per uscire dalla spirale negativa della mancanza di fiducia in se stessi è quella di lavorare sull’autostima, appunto. Al fine di acquisire sicurezza nel lavoro, nello studio, nell’amore e nella vita in generale.

Avere fiducia in se stessi: cosa significa

Autostima zero? Ma cosa intende esattamente con questo termine?

L’autostima altro non è che quel processo che guida una persona a formulare una valutazione della sua stessa persona attraverso l’approvazione di se o meno. Questa considerazione è fondata principalmente su autopercezioni ed elementi cognitivi, come questi quattro esempi:

  1. Il bagaglio di conoscenze del soggetto;
  2. La conoscenza di sé e delle circostanze vissute;
  3. Fattori affettivi che influenzano sensibilità e sentimenti;
  4. Elementi sociali che condizionano l’appartenenza e l’approvazione di qualche gruppo.

Fatta questa doverosa premessa, entriamo ancora più nel merito della questione relativa a come acquisire sicurezza tramite la psicologia.

Come avere fiducia in se stessi: psicologia

Ecco come approfondisce Wikipedia, dal punto di vista della psicologia, le caratteristiche dell’autostima attraverso le sue fonti:

«Nei vari anni in campo psicologico sono stati portati avanti numerosi studi sull’autostima, un esempio tra questi è la ricerca di William James (1842/1910), il quale definisce l’autostima come rapporto tra sé percepito e sé ideale; il primo è la considerazione che un individuo elabora su di sé in base alle caratteristiche che dal suo punto di vista sono presenti o assenti all’interno della sua vita, il sé ideale è invece l’idea di come vorrebbe essere e del modello di vita che sta prendendo in considerazione.

Secondo lo studioso la persona percepisce bassa autostima nel momento in cui il suo sé percepito non riesce a raggiungere il livello del suo sé ideale e quanto più grande è la discrepanza tra i due, tanto più nasce in un soggetto insoddisfazione (nel caso in cui il sé percepito sia di gran lunga minore) e alto senso di potere e successo (quando il sé percepito supera di molto il sé ideale).

Si può arrivare a dire che secondo James il senso di autostima derivi dal rapporto tra successo e aspettative, infatti senza dubbio la maggior parte dei fattori che va a condizionare la creazione del personale livello di autostima discende dai risultati/esiti delle prove che siamo chiamati ad affrontare quotidianamente nella vita».

Chiaro no? Adesso che abbiamo chiarito con esattezza cos’è l’autostima e da cosa può dipendere, concentriamoci su alcuni esercizi pratici utili per acquisire sicurezza.

Esercizi autostima

esercizi autostimaIn virtù di quanto detto finora a livello teorico, è giunto il momento di darti qualche consiglio pratico su come iniziare ad acquisire sicurezza.

Apriamo dunque il capitolo: esercizi sicurezza in se stessi. Ecco sette alcune buone pratiche che potresti seguire per allenare la tua autostima:

  1. Pensa e agisci positivo, ma sii realistico;
  2. Motivati leggendo frasi per autostima che puoi trovare anche sul web sottoforma di citazioni e aforismi;
  3. Esci dalla tua zona di comfort, iniziando a ad affrontare situazioni che ti mettono a disagio o in difficoltà;
  4. Elimina le persone negative e le cose deleterie;
  5. Smetti di rimandare le cose importanti che hai da fare, ma portale a termine;
  6. Inizia ponendoti obiettivi realistici e raggiungibili. Stesso discorso se fai delle promesse a qualcuno;
  7. Renditi utile e mettiti a disposizione degli altri.

Roma non è stata costruita in un giorno, come si suol dire. Comincia da queste piccole cose, falle bene e vedrai che ti daranno soddisfazione. Ma non accontentarti, ogni volta che raggiungi un buon risultato, punta ad alzare l’asticella cercando nuovi stimoli.

Fiducia in se stessi: test di Rosenberg

La scala di Rosenberg rappresenta dal 1965 lo strumento di valutazione più usato per diagnosticare problemi di autostima.

Prova subito il suo test, indicando quanto sei d’accordo con ognuna delle 10 osservazioni che seguono. Utilizza questa scala di valori: pienamente d’accordo = 4; d’accordo = 3; in disaccordo = 2; profondamente in disaccordo = 1.

  1. Credo di essere una persona apprezzabile, almeno nella stessa misura degli altri;
  2. Sono convinto di avere buone qualità;
  3. Sono capace di fare bene le cose come la maggior parte delle persone;
  4. Ho un atteggiamento positivo verso me stesso;
  5. In generale, sono soddisfatto di me stesso;
  6. Sento di non avere molti motivi per essere orgoglioso;
  7. Solitamente, tendo a pensare che sono un fallito;
  8. Mi piacerebbe poter avere più rispetto per me stesso;
  9. A volte mi sento completamente inutile;
  10. A volte sento di non essere una buona persona.

Come detto, attribuisci ad ognuna un valore da 1 a 4 e poi somma tutti i punti e scopri il risultato. Se il valore finale è inferiore ai 15 punti, significa che la tua autostima è davvero molto bassa. Tra i 15 punti e i 29 punti, vuol dire che è mediocre (puoi fare di meglio). Se la somma fa 30 punti, puoi considerarti una persona stabile e soddisfatta: hai raggiunto il punto di equilibrio. Mentre se superi questa cifra hai un’autostima molto alta. Se addirittura tocchi quota 40, sei molto pieno di te, forse troppo. In questo caso, forse faresti bene ad abbassare un po’ la cresta. Ma non sempre è così: essere determinati e sicuri va bene, essere arroganti mai.

Fiducia in se stessi: libro consigliato

Esistono molti testi interessanti che possono aiutarti ad approfondire il tema e acquisire sicurezza ulteriormente. Per questo, oltre a motivarti con le frasi per aumentare l’autostima, ti consigliamo di scegliere un bel libro sull’autostima e leggerlo. Anche perché la lettura aiuta a concentrarsi e ritrovarsi davanti a se stessi. Il che non fa mai male, ma anzi può aiutare e trovare forza, stimoli e strade da seguire per migliorare se stessi e apprezzarsi di più.

Ecco perché abbiamo selezionato per te 10 libri tra i quali potrai scegliere quale leggere, se non tutti. Cercali in libreria: ecco i loro titoli.

  1. I sei pilastri dell’autostima;
  2. Puoi guarire la tua vita. Pensa in positivo per ritrovare il benessere fisico e la serenità interiore;
  3. Pensa Positivo: Come pensare positivo, eliminare lo stress, aumentare l’autostima e vivere felici;
  4. Impara a essere felice;
  5. Mi vado bene? Autostima e assertività;
  6. Il potere emotivo dei gesti. Presenza, autostima, sicurezza: usa il linguaggio del corpo per affrontare le sfide più difficili;
  7. La trappola della felicità. Come smettere di tormentarsi e iniziare a vivere;
  8. Quaderno d’esercizi per l’autostima;
  9. Reinventa la tua vita. Scoprite come modificare voi stessi e liberarvi dalle trappole che vi impediscono di cambiare la vostra vita;
  10. Sei un bravo genitore se… Corso di autostima per mamme e papà.

E con questo si conclude la guida Unicusano sull’acquisire sicurezza. Adesso non rimane che credere in te stesso. Noi già lo facciamo.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali