informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa vedere a Potenza e dintorni: 5 mete imperdibili per l’inverno

Commenti disabilitati su Cosa vedere a Potenza e dintorni: 5 mete imperdibili per l’inverno Studiare a Potenza

Sei uno studente, un cittadino o un turista curioso di sapere cosa vedere a Potenza e dintorni?

Allora abbiamo subito una bella notizia per te: ti trovi nel posto giusto. In questa guida, infatti, andremo alla scoperta di cinque mete imperdibili in inverno, ma non solo. Tra queste righe troverai dunque una vera e propria guida su cosa vedere in Basilicata nella zona della città capoluogo di questa splendida regione d’Italia.

Ci concentreremo dunque su Potenza Città, ma anche sulla relativa area metropolitana e la provincia. Fornendo tanti consigli utili sia per vivere a Potenza che visitarla occasionalmente.

Vuoi saperne di più? Molto bene, allora allaccia bene le cinture, perché partiamo subito alla scoperta di cosa vedere a Potenza e dintorni.

Visitare Potenza: ecco cosa vedere

Nei prossimi paragrafi parleremo dunque di cosa fare a Potenza oggi o nel prossimo futuro. Non perderti i nostri consigli su cosa visitare in Basilicata, perché comprendono destinazioni per tutti i gusti. Buona lettura.

Basilicata: cartina

Prima di approfondire cosa vedere a Potenza e dintorni, cerchiamo di tracciare un quadro geografico del contesto in cui sorge il capoluogo della Basilicata.

La regione è, infatti, divisa in due province:

  1. Potenza. Primo comune della regione per popolazione e undicesimo per superficie. Comprende 100 comuni e 377 mila abitanti circa;
  2. Matera. Costituita da 31 comuni e poco più di 200 mila abitanti.

Altri centri molto importanti sono Melfi, Pisticci e Policoro.

Giusto per capire meglio Potenza dove si trova, devi sapere che si tratta del capoluogo di regione situato alla quota più elevata in Italia. Mentre i confini della Basilicata corrispondono a nord-ovest con la Campania, a nord-est con la Puglia e a sud con la Calabria. Inoltre a sud-est è bagnata dal mar Ionio, mentre a sud-ovest dal mar Tirreno.

Nei prossimi paragrafi ci concentreremo su Potenza, ma se vuoi sapere anche a Matera cosa vedere, non puoi perdere i famosi “Sassi”, ovvero i grandi quartieri scavati nella roccia che costituiscono la parte antica della città. Ma adesso, passiamo al capoluogo.

Potenza: cosa mangiare e dove

Potenza è una bella città, ma anche un luogo in cui si mangia davvero bene.

Tra le cose da fare a Potenza, dunque, non può mancare anche la soddisfazione di gustare la cucina tipica regionale. Una tradizione culinaria che si basa su prodotti straordinari come l’Olio extravergine Vulture DOP, formaggi come il caciocavallo, frutta e verdure. E poi i piatti a base di pane e focacce, salse e condimenti, ravioli alla potentina (prosciutto, ricotta, uova, pepe e prezzemolo), carne tagliata e pesce. Per non parlare dei dolci e dei liquori. Ecco, insomma, cosa compare a Potenza da mangiare.

A tal proposito, se cerchi locali tipici dove poter soddisfare il tuo palato, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida approfondita sui Ristoranti Potenza.

Basilicata: borghi da visitare

Proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta di cosa vedere in Basilicata e più precisamente cosa vedere a Potenza e dintorni, con un tour virtuale tra i fantastici borghi della zona.

Tra glia altri spicca Brienza, una delle poche cittadine ad aver mantenuto la sua struttura architettonica di borgo medioevale. Si tratta di un piccolo comune di poco più di 4 mila abitanti che richiama un modello ad avvolgimento centripeto avente come simbolo il Castello Caracciolo.

Quest’ultimo rappresenta una vera e propria roccaforte medioevale, uno dei posti da visitare in Basilicata assolutamente. In questa zona, anche l’architettura religiosa è fiorente: dalla

Nel primo caso, ad esempio sono imperdibili: dalla Chiesa Madre di Santa Maria Assunta a quella dell’Annunziata, del S.S. Crocifisso o di San Michele dei Greci.

Laghi Basilicata e aree naturali

Proseguiamo la nostra guida su cosa vedere a Potenza e dintorni, parlando di un altro fiore all’occhiello di tutta la regione: i laghi e le aree naturali.

In particolare nei dintorni del capoluogo, precisamente tra i comuni di Rionero in Vulture e Atella, sorge la riserva regionale dei laghi di Monticchio. Destinazione ideale se ami la natura selvaggia ed incontaminata. All’interno della quale troviamo il “Lago Grande” e il “Lago Piccolo” di Monticchio. È possibile, tra l’altro, noleggiare dei pedalò. In inverno in particolare, non potendo andare al mare, i laghi mozzafiato della Basilicata possono essere un’ottima alternativa.

La fauna del luogo è caratterizzata dalla presenza dell’unica della famiglia “Brahmaeidae” presente in Europa: una falena dall’apertura alare di circa sette centimetri.

Molto particolare e da vedere in questa area è anche l’antichissima l’Abbazia di San Michele Arcangelo, scavata nel tufo.

Il fiume che scorre nei pressi di Potenza

Fin qui abbiamo visto borghi medievali, abbazie scavate nel tufo, ristoranti e laghi. Ma tra cosa vedere a Potenza e dintorni rientra anche un importantissimo fiume.

Stiamo parlando del Basento, il fiume più lungo della Basilicata con i suoi quasi 150 km di corso e un bacino idrografico di 1.537 km². In particolare bagna la zona sud di Potenza, attraversandone la provincia fino anche a quella di Matera. Ma soprattutto, si narra che gli  antichi Greci, vedendo la città posta originariamente sulle sponde del Basento e impressionati del rapporto tra gli abitanti e le sue acque, le avrebbero assegnato lo stesso nome. Questo in greco, corrispondeva alla parola greca Potizo, evoluta poi nel latino Potentia, ovvero l’attuale Potenza.

E con questo, almeno per il momento è tutto. La nostra guida su cosa vedere a Potenza e dintorni adesso è davvero completa. Cinque le tappe principali che abbiamo approfondito: i ristoranti, il Borgo di Brienza, i laghi di Monticchio, l’Abbazia di San Michele Arcangelo e il fiume Basento. Senza contare la bellissima architettura religiosa.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali