informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scrivere un libro autobiografico: linee guida e consigli

Commenti disabilitati su Come scrivere un libro autobiografico: linee guida e consigli Studiare a Potenza

Vorresti sapere come scrivere un libro autobiografico, ma non sai da dove cominciare?

Non preoccuparti: stai leggendo la pagina giusta. Tante sono le guide che nel corso del tempo abbiamo dedicato ai diversi modi di stendere una scrittura: da come scrivere un report in inglese alla compilazione del curriculum, piuttosto che a come si scrive un libro.

Finora, però, non abbiamo ancora affrontato come si scrive un’autobiografia. Ma non disperare, perché è giunto il momento. Se hai voglia di raccogliere le tue memorie, raccontare la tua storia, trasmettere sensazioni o essere di ispirazione con la tua vita, qui scoprirai qualcosa in più su come farlo. Oppure per rispondere all’annuncio di qualche personaggio illustre che recita: cerco scrittore per scrivere un libro autobiografico. Una sorta di co-autore, per intenderci, che sappia magari mettere nella forma migliore la storia del personaggio in questione.

Che cosa ne dici: vuoi saperne di più? Molto bene, allora non perdiamo tempo e andiamo subito a scoprire come scrivere un libro autobiografico nel modo migliore. Buona lettura.

Autobiografie: cosa sono e come scriverle

Nei paragrafi che seguono andremo dunque a scoprire cos’è una biografia, a cosa e a chi serve, oltre che a come scrivere un libro autobiografico vero e proprio. Tutto chiaro? Allora cominciamo.

Cos’è un’autobiografia

Prima di vedere come scrivere un libro autobiografico, è opportuno fare un piccolo passo indietro e partire dalle basi. Ovvero dal significato di biografia e autobiografia.

Nel primo caso si fa riferimento alla narrazione della vita di una persona. Per lo più illustre, o che comunque sia ritenuta dall’autore meritevole di essere conosciuta.

L’autobiografia, che è quella che più ci interessa in questo caso, è un termine derivante dal greco αὐτος, cioè “stesso”, βίος, ovvero “vita”, e γράϕω, che invece significa “scrivo”. Un po’ come scrivere un diario.

Ecco la definizione del termine che viene data dal Vocabolario Treccani:

«Narrazione della propria vita o di parte di essa, soprattutto come opera letteraria. Scrivere, tracciare la propria autobiografia; Ad esempio l’autobiografia del Cellini, l’autobiografia dell’Alfieri».

La sessa fonte, mette in evidenza anche due particolari e più specifiche tipologie di autobiografia:

  1. Autobiografia spirituale;
  2. Autobiografia intellettuale.

La Treccani sottolinea anche quando una biografia rientra in queste tipologie. Ovvero:

«Quando più che gli avvenimenti esterni ripercorre le vicende dello spirito, del pensiero, l’attività di studio e di ricerca».

Tutto chiaro fin qui? Molto bene, allora proseguiamo spediti. È il momento di scoprire concretamente come scrivere un alibro autobiografico.

Come scrivere un’autobiografia: esempio generico

Non hai bisogno di cercare come scrivere un autobiografia su Yahoo o altri motori di ricerca. Ecco svelati i passi da fare per riuscirci.

La prima cosa da chiedersi, per capire come scrivere un libro autobiografico, è: perché farlo? A quale scopo e con quale obiettivo? Per lasciare memoria di sé? Per riordinare la propria vita? Fare un bilancio di quanto si è vissuto, di un particolare avvenimento sotto una specifica lente di osservazione? Esaltare la propria figura? Fare personal branding e pubblicizzare il proprio lavoro?

La seconda cosa da fare è quella di reperire tutto il materiale utile per potersi raccontare. Dalle foto alle opere o i frutti del proprio lavoro. Insieme a tutto ciò che può essere utile a tal fine: eventuali lettere, reliquie, citazioni sulla stampa, interviste, testimonianze di personalità rilevanti, biografie già scritte da altri, eccetera.

Tutto qui? Niente affatto, siamo solo all’inizio. Non perdere i prossimi paragrafi.

Romanzo autobiografico: caratteristiche

come si scrive un'autobiografiaTerzo passaggio fondamentale è quello di scegliere in che modo raccontare la storia. Secondo che forma e quale stile. Si può optare per una semplice e lineare cronologia, oppure un’appassionante retrospettiva. O, magari, dal unto di vista dei lavori condotti o dei successi realizzati.

Una delle possibilità più affascinanti è certamente quella di arricchire con uno stile romanzato la storia. Al punto di renderla un vero e proprio romanzo biografico, pur restando fedeli alla realtà, naturalmente. Perché così è la vita: storia vera.

Si può lavorare molto con la fantasia, ad esempio, se si vuole aiutare a realizzare l’autobiografia di un bambino come compitino a scuola. La vita vista da un bambino, infatti, è tutta un’altra cosa. Stessa cosa se ti stai chiedendo come scrivere un’autobiografia scuola media.

Autobiografia libri: come si scrivono

Fatte tutte le premesse del caso, entriamo nel vero merito della questione. Andando quanto più possibile nel pratico e nel concreto, ecco alcuni consigli su come scrivere un libro autobiografico:

  1. Individua il target di riferimento. In poche parole devi scrivere in funzione della tipologia di pubblico a cui l’autobiografia è rivolta, in base ad affinità e interessi di lettura;
  2. Abbi chiaro fin dall’inizio quale immagine di te stesso (o del personaggio con cui stai collaborando) vuoi che rimanga alla fine del libro. Questo è il vero obiettivo;
  3. Stabilisci prima dei limiti di spazio;
  4. Scrivi solo ciò che è appropriato al contesto, alla tua persona e alla tua credibilità;
  5. Metti la tua persona al centro della storia e mantieni questa linea. Racconta fatti, luoghi o esperienze non soltanto dal punto di vista della cronaca, ma evidenziando il tuo punto di vista, le tue sensazioni e he influenza hai avuto su di te.

Ricapitolando, è fondamentale focalizzarsi sulla ippologia di persone che leggeranno l’autobiografia o che vuoi che lo facciano, avere come obiettivo l’immagine che si vuole far passare di sé, e raccontare solo ciò che è attinente.

Esistono infatti determinati aneddoti o dettagli che vanno bene per alcune situazioni e meno per altre. Se sei un imprenditore, ad esempio, sulla sovracopertina del tuo libro autobiografico potresti menzionare i tuoi successi lavorativi. Ma se sei uno sportivo, sarebbe più indicato riportare caratteristiche fisiche, il numero di trofei vinti durante la carriera, o eventuali record stabiliti. realizzati in carriera. A meno che tu sia un musicista o un dj, non è interessante sapere dove vai a ballare. Quindi chiediti sempre cosa è interessante a seconda del personaggio, del messaggio che vuoi dare e del focus attraverso il quale racconti la storia.

Vuoi scrivere un’autobiografia? Adesso tocca a te

Ed eccoci giunti alla conclusione di questa guida Unicusano su come scrivere un libro autobiografico. Siamo partiti dalle definizioni e dalle differenze che esistono tra biografia e autobiografia fino ad arrivare a come scrivere romanzo autobiografico.  E poi tutti i passi da seguire per realizzare un testo in grado di focalizzarsi sul proprio pubblico di riferimento, che abbia un obiettivo concreto e che sia coerente con la realtà, con lo stile di scrittura e con il punto di vista attraverso il quale viene raccontata un’autobiografia. In poche parole: che sia soprattutto efficace, interessante e appassionante.

A questo punto hai tanti elementi, se non tutti quelli che ti servono, per redigere un’autobiografia con i fiocchi. Non ci rimane che augurarti buona scrittura.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali