informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come liberarti dalla pigrizia nello studio: consigli utili

Commenti disabilitati su Come liberarti dalla pigrizia nello studio: consigli utili Studiare a Potenza

Vorresti liberarti o vuoi liberare qualcuno dalla pigrizia nello studio, ma non riesci a farlo?

Allora abbiamo una bella notizia per te: sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti forniremo tanti consigli per studiare e acquisire un metodo per studiare bene dalla forza di Coriolis alla geopolitica.

Di conseguenza ti suggeriremo, direttamente o indirettamente, cosa fare quando i figli non vogliono studiare.

Che tu faccia parte dei tanti ragazzi svogliati nello studio, quindi sia uno studente universitario o delle superiori, ma anche un genitore, qui potresti comunque trovare le risposte che cerchi e di cui hai bisogno.

Insomma, ti consigliamo di non perdere il contenuto di questa vera e propria guida su come liberarsi della pigrizia nello studio. Vuoi saperne di più? Allora andiamo avanti spediti e iniziamo subito ad entrare nel merito. Buona lettura.

Pigrizia patologica: come sconfiggerla

Quante volte ti sei ridotto a studiare all’ultimo minuto o a temere di arrivare impreparato ad un esame perché non sei riuscito a studiare tutto in tempi accettabili a causa di pigrizia o iniziale rifiuto allo studio? Se è successo, è decisamente il caso di comprendere come liberarti dalla pigrizia nello studio una volta per tutte. O se sei un genitore, di capire perché i ragazzi di oggi non studiano e, quindi, come responsabilizzare i figli nello studio. Ma procediamo per gradi.

Come farsi venire voglia di studiare

Come avere voglia di studiare o come punire un figlio che non studia? Preferiamo rispondere solo alla prima domanda. Perché imparare a studiare bene e con passione è la risposta ad entrambi i quesiti.

Detto ciò, non giriamoci troppo attorno: per combattere la pigrizia nello studio, occorre far sbocciare e coltivare la voglia di studiare. Ecco quindi subito per te 3 consigli utili, ma soprattuto efficaci nella maggior parte dei casi per sconfiggere la pigrizia nello studio.

  1. Iscriviti ad un indirizzo scolastico, un corso di laurea o un master che sia coerente con le te tue passioni e le tue aspirazioni. Studiare qualcosa che ti piace o che ti risulta di più facile comprensione può fare la differenza e non far montare la pigrizia nello studio;
  2. Tieni bene a mente che i sacrifici che sti facendo oggi sui libri ti saranno utili domani. Studiare adesso può darti un futuro migliore e più sereno domani;
  3. Affina e segui un metodo metodo di studio che ti consenta di far convivere la necessità di fare il tuo dovere nello studio e allo stesso tempo la tua vita sociale. Se sei bravo in questo sarai in grado di studiare bene e studiare meno. Se lo fai con la giusta concentrazione e nei tempi giusti, avrai tutto il tempo per coltivare le tue passioni, uscire e vedere gli amici, riducendo lo stress e la pigrizia al minimo.

La pigrizia può essere un tratto caratteriale generale, quasi innata, ma anche indotta. Un errore comune che si compie spesso è quello di rimandare il momento di studiare, il classico “lo faccio dopo” che spesso dipende da alcune piccole distrazioni. Nel prossimo paragrafo andiamo a vedere meglio quali.

Fonti di distrazione dallo studio

Un fattore molto importante che porta alla pigrizia nello studio, è quello determinato dalle fonti di distrazione, ovvero quelle attività più “comode” che spesso si preferisce fare posticipando o sacrificando del tutto il tempo che andrebbe dedicato proprio allo studio.

Le distrazioni più comuni sono rappresentate spesso da:

  1. Accedere a internet, sopratutto se studi al pc;
  2. Il richiamo della la tv accesa;
  3. Controllo maniacale del cellulare;
  4. Studiare in un ambiente poco confortevole;
  5. Riflesso involontario di toccare gli oggetti presenti sulla tua scrivania;
  6. Disegnare con penne e matite, isolandosi dal resto e perdendo la cognizione del tempo.

Questi casi si verificano specialmente quando si tratta di adolescenza e scuola superiore, ma non solo. Ma se ci si abitua “male” da questo punto di vista, queste abitudini si trascinano spesso anche al tempo dell’Università. Si tratta dunque di consigli utili su come studiare a tutte le età. Oppure, cambiando punto di osservazione, sia su come aiutare i figli nello studio alle medie e alle superiori, che per la Laurea.

Come ridurre al minimo distrazioni e pigrizia

Ed eccoci all’ultimo paragrafo di questa guida sul contrasto alla pigrizia nello studio. Per evitare del tutto, o almeno limitare al minimo, le distrazioni di cui abbiamo parlato all’interno di questo articolo, ti diamo 5 consigli pratici:

  1. Evita di aprire il browser di internet o le app del tuo smartphone mentre dovresti studiare, fatta eccezione se devi collegarti per studio alle piattaforme relative un’Università Telematica come Unicusano;
  2. Spegnere o non accendere la televisione mentre studi;
  3. Silenzia il tuo smartphone in modalità silenziosa;
  4. Studiare in un posto tranquillo, fresco e ben illuminato. Magari su un tavolo o una scrivania, non certamente a letto;
  5. Togli dalla tua portata gli oggetti che solitamente ti distraggono, ma tieni vicino a te solo ciò che è utile per studiare.

Se poi, come si suol dire, hai fatto 30 e vuoi fare anche 31 (oppure ricevere la lode, come sarebbe più appropriato in un contesto accademico) segui una dieta energetica ricca di fosforo, vitamine, magnesio e ferro. E bevi molta acqua, perché questo aiuta la memoria e la concentrazione.

A questo punto sai tutto quello che c’è da sapere per contrastare la pigrizia nello studio: come stimolare la tua voglia di imparare, evitare le distrazioni e rafforzare corpo, mente e soprattutto capacità di concentrazione. Buono studio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali