informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri sul terrorismo: ecco quali leggere

Commenti disabilitati su Libri sul terrorismo: ecco quali leggere Studiare a Potenza

Sei uno studente di geopolitica o un appassionato di storia alla ricerca di libri sul terrorismo?

Allora hai decisamente trovato l’articolo che fa per te. Quella che stai leggendo, infatti, è una vera e propria guida a tema sul terrorismo e i migliori testi in grado di spiegare storia, ramificazioni e psicologia del terrorismo.

Un drammatico e preoccupante fenomeno, che cercheremo di raccontare attraverso attraverso le opere letterarie che lo riguardano. Dai libri sul terrorismo anni 70 e la lotta armata degli anni di piombo ai libri sull’Islam fondamentalista di ieri e di oggi.

L’argomento ti interessa? Allora non perdiamo tempo e andiamo subito a scoprire i migliori libri sul terrorismo.

LEGGI ANCHE – Libri fisica quantistica: la nostra top ten.

Terrorismo italiano e internazionale: libri consigliati

Come detto, nei prossimi paragrafi andremo dunque a scoprire quali sono i libri sul terrorismo da leggere assolutamente. Non perderti la nostra top five redatta per l’occasione. All’interno troverai i migliori scritti di letteratura italiana e terrorismo, ma anche libri su Isis e Al Qaeda e altre forme di fondamentalismo e stragismo mondiale. Insomma: sia libri sul terrorismo internazionale che italiano. Premesso ciò, non ci rimane che augurarti buona lettura.

Un affare di Stato

Il delitto Moro e la fine della Prima Repubblica analizzati da Andrea Colombo, che da una lettura di quei drammatici 55 giorni di detenzione del politico della Democrazia Cristiana, rapito dalle Brigate rosse.

Sequestro avvenuto con la strage di via Fani a Roma, un sanguinoso agguato terroristico compiuto il 16 marzo 1978 e nel quale persero la vita i componenti della scorta di Aldo Moro.

Il filo conduttore della tesi dell’autore è quello che a condannare a morte Moro, più che le follie rivoluzionarie, fu la meschina logica di alcuni partiti, a seguito di un durissimo scontro a sinistra sfociato nelle scelte omicide delle stesse BR.

Libri terrorismo italiano: Cuori Neri

Uno dei romanzi sul terrorismo degli anni di piombo più importanti e discussi, in quanto scritto da Luca Telese, già portavoce del Partito della Rifondazione Comunista, che però racconta le storie reali di ventuno giovani di destra (o considerati sommariamente “fascisti” in quanto non impegnati politicamente a sinistra).

Ventuno ragazzi caduti prima nella guerra spietata che insanguinò gli anni ’70 italiani e poi nel dimenticatoio al grido di “uccidere un fascista non è reato”. Dal rogo di Primavalle e l’eccidio di Acca Larentia alla morte di Sergio Ramelli, uno studente milanese barbaramente ucciso sotto casa a colpi di chiave inglese in testa per aver scritto un tema contro le Brigate Rosse.

Fino all’omicidio che chiude quella drammatica stagione di sangue: quello di Paolo Di Nella avvenuta nel 1983. Segno di discontinuità con il passato, infatti, fu la visita in ospedale del Presidente della Repubblica dell’epoca, Sandro Pertini, proprio a Di Nella, ormai in coma irreversibile. Un gesto che nell’immaginario di molti, ha rappresentato un importante momento di pacificazione nazionale in quegli anni tormentati.

A Cuori Neri è seguito Cuori Contro, un libro “sulle ferite sempre aperte di una stagione di piombo”, che ripercorre con dovizia di particolari le storie degli “opposti estremismi”: quella della destra eversiva italiana e quella della sinistra rivoluzionaria.

La rabbia e l’orgoglio

Ed eccoci ad una pietra miliare degli scrittori italiani sul terrorismo. Stiamo parlando di Oriana Fallaci.

“La rabbia e l’orgoglio” rappresenta il primo libro de “La Trilogia di Oriana Fallaci”, insieme ad altri due bellissimi libri:

  1. La forza della ragione (di cui parleremo più avanti);
  2. Oriana Fallaci intervista sé stessa – L’Apocalisse.

In questo primo volume, la Fallaci riporta i suoi pensieri riguardo ai temi legati all’11 settembre 2001. Dal tema Isis al ruolo degli Stati Uniti e dell’Occidente, l’Italia, l’Europa e il terrorismo islamico.

Tutto nasce dall’articolo della stessa autrice apparso su Il Corriere della Sera il 29 settembre 2001 in seguito proprio all’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre. A seguito del quale il direttore dell’epoca del giornale, Ferruccio De Bortoli, convinse la stessa ad estendere le sue riflessioni e prese di posizioni in merito in un libro.

Il risultato? Il libro ha avuto straordinario successo in tutto il mondo vendendo milioni di copie e necessitando di  ben ventotto ristampe per soddisfare l’enorme mole di richieste.

La forza della ragione

Secondo capolavoro di Oriana Fallaci all’interno della nostra selezioni di libri sul terrorismo. Uscito dopo La rabbia e l’orgoglio, più che un sequel è al risposta ai violenti attacchi ricevuti dall’autrice da parte di gruppi islamici e politici, oltre che da alcuni mass media a seguito del forte impatto avuto proprio dal primo libro.

In particolare, La forza della ragione è dedicato a Fabrizio Quattrocchi, agente di sicurezza privata rapito e ucciso in Iraq e medaglia d’oro al valor civile alla memoria, nonché a tutti a tutte le vittime dell’estremismo religioso.

Il mio nome è Parvana

Concludiamo con uno dei più interessanti libri per ragazzi sul terrorismo, ma ugualmente bello da leggere anche per altre età. Abbiamo preferito categorizzarlo così, infatti, semplicemente perché al centro della trama c’è proprio una ragazzina di quindici anni: Parvana.

Arresta dai soldati americani perché trovata a vagare tra le macerie di una scuola bombardata nell’Afghanistan e sospettata di terrorismo. Una storia che lascia trasparire un Paese in cui la guerra non è mai realmente superata e la libertà e l’emancipazione femminile destano ancora paure, sospetti e preoccupazioni. L’autrice del libri è Deborah Ellis.

E con questo siamo giunti alla conclusione della guida Unicusano sui più bei interessanti libri sul terrorismo da leggere.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali