informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sul nazismo: ecco quali sono

Commenti disabilitati su Film sul nazismo: ecco quali sono Studiare a Potenza

Sei un amante del cinema e della storia e vorresti sapere quali sono i film sul nazismo più interessanti e utili da vedere?

Devi sapere che il mondo della cinematografia ha spesso trattato questo tema: dai documentari filmati sulla Shoah ai lungometraggi storici sul regime di Hitler.

In questo articolo, andremo alla scoperta di alcuni dei migliori film sul nazionalsocialismo, ovvero quelle pellicole in grado di affrontare quel delicato periodo storico che ha finito per sconvolgere l’Europa e il mondo intero. Una vera e propria guida a cosa vedere per approfondire questa tematica.

Vuoi saperne di più? Allora non perdere i prossimi paragrafi.

LEGGI ANCHE – Libri sul terrorismo: ecco quali leggere.

Film sulla Shoah e i nazisti

Come già accennato, tra pellicole sul regime e filmografia seconda guerra mondiale, non mancano di certo testimonianze nel mondo del cinema italiano ed internazionale su ciò che fu il nazismo. Nei prossimi paragrafi di questo articolo, conosceremo alcune delle più importanti opere cinematografiche legate a questa tematica. I migliori film sul nazismo, appunto.

I ragazzi del Reich

Iniziamo il nostro viaggio tra i film sul nazismo, da questa pellicola del 2004 scritta e diretta da Dennis Gansel.

Protagonista de I ragazzi del Reich è il giovane pugile tedesco Friedrich Weimer. Il suo talento nella boxe non passa inosservato, tanto che nel 1942, all’età di diciassette anni, Friedrich viene reclutato dalla prestigiosa scuola militare di Nationalpolitische Erziehungsanstalt (NaPolA), che aveva come compito quello di formare nuove reclute per il Reich.

Visto il parere contrario del padre, il ragazzo scappa di casa di notte, pur di raggiungere l’Istituto in autostop. Una volta dentro, comincia a stringere rapporti di amicizia con i suoi compagni di camerata, in particolare con Albrecht, il figlio del capo locale nazista.

Nel frattempo, le giovani reclute avranno modo di riscontrare sulla loro pelle cosa comportasse la formazione ideologica nazista, basata su rigidi rapporti gerarchici, ma anche di umiliazioni, quando non di violenze. Queste, per alcuni di loro, porteranno alla morte o al suicidio.

Black Blook

Per la serie film seconda guerra mondiale, ecco una delle pellicole più apprezzate in questo ambito. Uscito nelle sale nel 2006 sotto la direzione di Paul Verhoeven. Una storia di guerra e amore.

La trama è incentrata sulla vicenda di una cantante ebrea, tale Rachel Stein, scappata da Berlino per rifugiarsi nei Paesi Bassi. In seguito, la donna, unendosi alla Resistenza, assumerà l’identità di Ellis de Vries. Finché non viene incaricata di sedurre Ludwig Müntze, capo dei servizi di sicurezza delle SS, per carpirgli le prossime mosse dell’esercito tedesco. Infatti Rachel, o Ellis che dir si voglia, si innamorerà realmente dell’uomo e dovrà decidere da che parte stare.

Il grande dittatore

Facciamo un salto nel “vintage” con questo film sul nazismo del 1940, quindi contemporaneo al regime, visto dagli USA. Scritto, diretto, prodotto e interpretato dal mitico Charlie Chaplin.

Questo film su Hitler rappresenta una forte parodia satirica del nazismo ed in particolare della figura proprio di colui che fu Führer della Germania dal 1934 al 1945.

Bastardi senza gloria

Tra i più affascinanti film sugli ebrei durante il periodo nazista e la seconda guerra mondiale, c’è anche un capolavoro ucronico di Quentin Tarantino del 2009.

“I bastardi” in questione sono otto soldati ebrei reclutati dal tenente Aldo Raine, interpretato da Brad Pitt, paracadutati in Europa poco prima dello sbarco in Normandia.

La loro missione? Semplice quanto spietata: seminare il terrore fra i nazisti e uccidere barbaramente ogni soldato sulla loro strada.

La vita è bella

Capolavoro italiano di Roberto Benigni del 1997, vincitore di ben tre Premi Oscar.

La pellicola di questo film sull’Olocausto vede come protagonista Guido Orefice, un uomo ebreo simpatico e irriverente, istrionico e sognatore. Finché non viene deportato insieme alla sua famiglia in un lager nazista. Compreso il figlio, il piccolo Giorgio., che il padre cercherà di proteggere dall’orrore della guerra e dei campi di concentramento.

In che modo? Facendogli credere che faccia tutto parte di un fantastico gioco in cui dovranno affrontare prove durissime per vincere un meraviglioso premio finale. Un film sui campi di concentramento davvero unico.

Il bambino con il pigiama a righe

Proseguiamo la nostra lista film da vedere con questa pellicola del 2008, diretta e sceneggiata da Mark Herman.

Si tratta dell’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo dello scrittore irlandese John Boyne, datato 2006. Incentrato sull’amicizia speciale tra due bambini, divisi dal fil di ferro di un campo nazista. Da una parte Shmuel, bambino ebreo e che quindi indossa il “pigiama a righe” dei deportati, e dall’altra Bruno, piccolo di 8 anni di Berlino e molto curioso, nonché intraprendente e avventuroso.

La Caduta

Ecco qualcosa di diverso: un film sulla seconda guerra mondiale vista dai tedeschi.

Non si tratta di un film revisionista, ma che racconta, anche dal punto di vista umano, gli ultimi giorni di Adolf Hitler. Il bunker, la guerra che volge verso la sconfitta, la fine de nazismo, la morte.

Hitler, l’olocausto e il nazismo: altri film da vedere

Fin qui abbiamo acceso i riflettori su sei film sul nazismo la cui visione è fortemente consigliata, se si vuole conoscere e analizzare come si deve quel fenomeno storico. Ma la lista sarebbe ancora lunga. Tra film storici da vedere e visoni alternative, alcune addirittura tragicomiche, ecco altre cinque pellicole davvero interessanti:

  1. Il pianista. Il racconto di quanto vissuto dal pianista ebreo Władysław Szpilman. Film del 2002 diretto da Roman Polański;
  2. Schindler’s List. Basato sulla vera storia di Oskar Schindler, famoso per aver salvato durante la seconda guerra mondiale più di mille ebrei dallo sterminio;
  3. Operazione Valchiria. Incentrato sulla preparazione dell’attentato del 20 luglio 1944 ai danni di Adolf Hitler perpetrato da un gruppo di ufficiali tedeschi;
  4. American History X. Pellicola dedicata al tema della tensione sociale e del razzismo negli Stati Uniti, con chiari richiami al nazismo, interpretato da Edward Norton;
  5. Lui è tornato. Commedia satirica su una improbabile storia che vede Adolf Hitler si risvegliarsi nel 2014 nel prato dove sorgeva il Führerbunker, nella Berlino odierna. Come reagirà e che impatto avrà il redivivo Führer società contemporanea?

E con questo è tutto, si conclude qui la guida Unicusano sui film sul nazismo. Non rimane che augurarti buona visione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali