informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Musica per concentrarsi: Consigli e playlist

Commenti disabilitati su Musica per concentrarsi: Consigli e playlist Studiare a Potenza

Sei alla ricerca di idee sulla musica per concentrarsi nello studio?

In questa guida ti spiegheremo i benefici di studiare con la musica e quali sono i generi musicali che aiutano a concentrarsi, affiancati dalle nostre playlist.

La musica è un’alleata perfetta per il tuo studio. Aumento della concentrazione e diminuzione dello stress sono solo due dei vantaggi che il supporto musicale può offrirti.

A dimostrare che la musica aiuta a concentrarsi, diversi team di ricercatori, che hanno analizzato la correlazione tra ascolto di musica e livello di attenzione.

Non indugiamo oltre: vediamo ora quale musica per concentrarsi è più adatta per lo studio e quali canzoni scegliere per migliorare il tuo livello di apprendimento.

Le migliori playlist di musica per concentrarsi e aumentare l’attenzione

Ecco consigli e informazioni utili sulla musica rilassante per studiare e lavorare perfetta per te.

I benefici della musica nello studio

Ascoltare musica per concentrarsi nello studio aumenta, effettivamente, la qualità delle prestazioni. A dirlo, numerose ricerche svolte nel settore, tra cui una commissionata dal servizio di musica in streaming Spotify.

Spotify ha incaricato la Dottoressa Emma Gray – esperta di psicologia clinica e specializzata nella psicologia educativa al British Cognitive Beahaviour Therapy and Counselling Service di Londra – di ragionare sull’effetto che la musica ha sullo studio.

I risultati della ricerca dimostrano che scegliere la musica giusta per ogni disciplina aiuta effettivamente a migliorare le performance e che questa correlazione stimola l’apprendimento e aumenta la concentrazione.

Secondo lo studio della dottoressa Grey, alcune tipologie di musica sono propedeutiche per l’apprendimento di specifiche discipline.

Ad esempio, per quanto riguarda lo studio della matematica, è stato dimostrato che gli studenti che ascoltano musica classica durante la fase di apprendimento, raggiungono in media un punteggio più alto del 12%.

Perché proprio la musica classica? Pare che la melodia e il tono tipici di questo genere aiuti gli studenti ad aumentare la concentrazione e a favorire il processo di immagazzinamento di informazioni.

Invece, per quanto riguarda gli umanisti, ascoltare musica con 50-80 battiti al minuto come We Can’t Stop di Miley Cyrus e Mirrors di Justin Timberlake ha un effetto calmante sulla mente.

In questo modo, il cervello è più reattivo e riesce ad apprendere una quantità di dati maggiore.

Per concludere, “la musica – spiega la dottoressa Grey – ha un effetto positivo sulla mente e ascoltare il genere giusto può migliorare lo studio e l’apprendimento. La musica, infatti, può aumentare la predisposizione alla comprensione e, di conseguenza, gli studenti che la ascoltano possono ottenere risultati migliori di chi non lo fa”.

Tipi di musica adatta per studiare e playlist

Parlando di musica per concentrarsi nello studio, vediamo quali tipologie di suoni o di canzoni possono essere adatte come sottofondo alla tua attività di apprendimento.

musica adatta per studiare

Suoni naturali

Tra la musica per concentrarsi, i suoni della natura sono sicuramente un valido supporto allo studio.

Pare che i suoni della natura siano in grado di ottimizzare le funzioni cognitive e aumentare la concentrazione, agendo sul benessere dei soggetti.

A dimostrarlo i ricercatori della Rensselaer Polytechnic Institute che in uno studio hanno utilizzato il suono di un ruscello di montagna per testare il livello di concentrazione di un gruppo di soggetti.

La ricerca ha dimostrato che i rumori naturali sono capaci di stimolare gli stati d’animo e la messa a fuoco, aiutandoci a mantenere alto il livello di attenzione.

Ti consigliamo di scegliere come musica per concentrarsi:

  • Suoni di acqua che scorre;
  • Suono delle cicale;
  • Suono delle onde che si infrangono sul bagnasciuga;
  • Suono del vento nella foresta.

Musica classica per studiare meglio

Secondo diversi studi, tra la musica per concentrarsi, quella classica sembra avere un effetto particolarmente efficace.

La musica classica aumenta la concentrazione, abbatte il livello di stress e favorisce le doti mnemoniche.

Tra le varianti della musica classica a cui possiamo attingere, la musica per strumento solo (ad esempio pianoforte o organo), la musica sacra (per una o più voci, eventualmente accompagnate), la musica da camera (per piccole orchestre) e la musica sinfonica (per grandi orchestre).

Vediamo ora una playlist di musica classica perfetta per fare da sottofondo al tuo pomeriggio di studi:

  • Sergei Rachmaninoff – Vocalise, Op. 34 No. 14 (Orchestral Arrangement);
  • Ludwig van Beethoven – Moonlight Sonata (Sonata al chiaro di luna);
  • Jacques (Jacob) Offenbach (1819~1880) – Bacarolle;
  • Niccolò Paganini, Concerto per Violino e Orchestra n.1;
  • Mozart-Le nozze di Figaro;
  • Johannes Brahms – Hungarian Dance No. 5;
  • Richard Wagner – The ride of the Valkyries from “Die Walküre”;
  • Modest Mussorgsky / Maurice Ravel – Pictures at an Exhibition.

Canzoni che non emozionano

Secondo una ricerca, se vuoi sfruttare il potere della musica per concentrarsi, devi scegliere canzoni che non ti coinvolgono emotivamente.

Per un gruppo di ricercatori di Taiwan, la passione nell’ascolto influenza la concentrazione. Per testare questa correlazione, hanno preso in esame un gruppo di lavoratori che hanno dimostrato di essere più distratti e meno collaborativi quando ascoltavano musica che li coinvolgeva emotivamente.

Musica a medio volume

Secondo i ricercatori dell’Università dell’Illinois, in collaborazione con la British Columbia di Vancouver e l’Università della Virginia, un livello di suono contenuto è perfetto per sfruttare la musica per concentrarsi.

Ascolta musica a medio volume mentre studi, così da aprire la tua mente e stimolare il pensiero astratto.

Canzoni del cuore

Per alcuni ricercatori, ascoltare le canzoni preferite durante la fase di studio ci aiuterebbe a migliorare l’umore.

A dirlo Teresa Lesiuk, un’assistente professore nel programma di musicoterapia presso l’Università di Miami, che ha scoperto che le scelte individuali nella musica per concentrarsi sono importanti, soprattutto per chi è moderatamente abile nel proprio lavoro.

Musica da ascoltare durante la giornata di studio

La tua giornata di studio sta per cominciare? Ecco come sfruttare la musica per concentrarsi e migliorare l’apprendimento in tutte le fasi del giorno.

Mattina

La mattina, per iniziare la giornata nel modo giusto, ti serve una carica.

Scegli una playlist di canzoni ritmate, capaci di coinvolgerti e darti una spinta in più per intraprendere la tua giornata di studio.

Tra gli artisti che puoi ascoltare, ti consigliamo Katy Perry, Maroon 5, Shakira e Madonna.

Pausa pranzo

Accompagna la tua pausa pranzo alla playlist del cuore: scegli le tue canzoni preferite e concediti un momento di pausa per ossigenare corpo e mente.

Ricordati che il cibo spazzatura non aiuta a concentrarsi nello studio: opta per cibi freschi, frutta e verdura, proteine.

Pomeriggio

Nel tuo pomeriggio di studio, scegli una musica per concentrarsi che non contenga parole nella melodia. Infatti, è stato dimostrato che ascoltare musica con le parole trasferisce tutta l’attenzione alla comprensione del testo.

La musica classica è un’ottima alternativa: da Mozart a Bach, non hai che l’imbarazzo della scelta.

Sera

In questo momento della giornata la stanchezza inizia a farsi sentire. Rilassati con canzoni dal ritmo soft, moderato, capaci di accompagnarti in questa fase distensiva.

Ti consigliamo James Morrison, Coldplay, Dido.

Hai le idee più chiare sulla musica per concentrarsi più adatta a te?

Siamo certi che con i nostri consigli saprai trovare le canzoni perfette per aumentare la tua memoria e migliorare nello studio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali