informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Bullismo e cyberbullismo: Intervento e prevenzione

Commenti disabilitati su Bullismo e cyberbullismo: Intervento e prevenzione Studiare a Potenza

Bullismo e cyberbullismo sono due fenomeni tristemente noti e diffusi, specie al giorno d’oggi.

Con l’avvento delle nuove tecnologie, le forme di bullismo si sono evolute e legate a nuovi strumenti di comunicazione online, dando vita al cyberbullismo.

Ma cosa sono e in che consistono, nello specifico, bullismo e cyberbullismo e quali mezzi possono essere utilizzati per la prevenzione e la tutela delle vittime?

In questo articolo ti parleremo della differenza tra bullismo e cyberbullismo, degli effetti che hanno nei soggetti coinvolti e delle potenziali risorse che possiamo sfruttare per riconoscere e combattere questi fenomeni.

Bullismo e cyberbullismo: cosa sono, perché si verificano, come combatterli

Dalla definizione alla prevenzione, ecco quello che devi sapere sul bullismo e sul cyberbullismo.

Che cos’è il bullismo

Per bullismo intendiamo una forma di comportamento sociale violenta e intenzionale, di natura fisica e/o psicologica, volta ad opprimere soggetti ritenuti bersagli facili o incapaci di difendersi.

La caratteristica del bullismo è che, per definirsi tale, il comportamento vessatorio deve essere ripetuto nel tempo.

Il bullismo a scuola e nei contesti sociali frequentati da giovani è oggetto di studio per sociologi e psicologi che, da anni, osservano il fenomeno per comprenderne natura ed evoluzione.

Facendo una ricerca sul bullismo, i primi elementi da citare fanno riferimento ai tre principi fondamentali affinché esso sussista:

  • Intenzionalità;
  • Continuità nel tempo;
  • Disequilibrio nella relazione: esiste sempre un “bullo“, cioè colui che esercita la violenza e una “vittima“, cioè la figura che subisce il comportamento molesto. A queste due figure possono aggiungersi dei “complici” del bullo, cioè coloro che alimentano il suo atteggiamento oppressivo nei confronti della vittima.

Tra le tipologie di bullismo, possiamo distinguere:

  • Bullismo verbale, in cui il bullo si rivolge alla vittima insultandola, rivolgendole parole cattive o malignità;
  • Bullismo fisico, in cui il bullo picchia o molesta sessualmente la vittima;
  • Bullismo psicologico, dove il bullo cerca di escludere la vittima dalla vita sociale;
  • Cyberbullismo.

Che cos’è il cyberbullismo

Per cyberbullismo (“bullismo online”) intendiamo quella forma di attacco continuo, intenzionale e violento attuato sfruttando gli strumenti tecnologici del web.

Tra le tipologie di attacchi che rientrano nel cyberbullismo possiamo menzionare:

  • Messaggi molesti e intimidatori nei confronti della vittima;
  • Denigrazione pubblica della vittima via sms, chat, social media;
  • Farsi passare per un’altra persona e inviare messaggi molesti ad altri utenti (“impersonation”);
  • Conquistarsi la fiducia di un soggetto e poi condividere con terzi informazioni legate alla sua sfera intima e personale;
  • Condivisione in rete di dati e informazioni personali e riservate della vittima;
  • Emarginazione della vittima da gruppi online;
  • Minacce e “cyberstalking”.

Differenza tra bullismo e cyberbullismo

Il bullismo e il cyberbullismo, pur essendo affini nei principi, sono diversi nelle modalità.

Il cyberbullismo, rispetto al bullismo “offline”:

  • Pone il molestatore in una posizione di anonimato: il bullo ha il vantaggio di poter nascondere più facilmente la sua identità con il web;
  • Aumenta la portata potenziale della molestia, perché il pubblico è molto ampio;
  • Rende più difficile il reperimento della molestia;
  • Indebolisce i freni inibitori: spesso il comportamento mediato dal web, proprio perché apparentemente più “protetto”, inibisce le remore etiche che insorgerebbero nella vita reale;
  • Non presenta limiti spazio-temporali.

Possibili conseguenze del bullismo e del cyberbullismo

Bullismo e cyberbullismo sono due fenomeni che vanno individuati e combattuti tempestivamente, per evitare conseguenze psicologiche sia per le vittime, che per i bulli.

Per quanto riguarda le vittime, le conseguenze possono essere fisiche e manifestarsi con mal di pancia, mal di stomaco e mal di testa, ma anche psicologiche, come paura e riluttanza a frequentare i luoghi presidiati dai bulli. Quando il comportamento vessatorio va avanti per molto tempo, la vittima può sviluppare insicurezza, svalutazione di sé, disturbi d’ansia e problemi relazionali.

I bulli possono presentare un calo nel rendimento scolastico, incapacità di riconoscere regole e autorità e, nel lungo termine, lo sviluppo di comportamenti violenti e antisociali in famiglia e sul lavoro.

Intervento e prevenzione: il Master dell’Università Niccolò Cusano

Per comprendere al meglio le dinamiche di bullismo e cyberbullismo, prevenirle e contrastarle, l’Università Niccolò Cusano ha lanciato un Master di I livello in Bullismo e cyberbullismo: studi e tecniche di intervento e prevenzione.

Il Master, rivolto a insegnanti, Direttori Scolastici, assistenti sociali, medici e educatori, si pone come obiettivo quello di approfondire uso e abuso della tecnologia nei nativi digitali e le ripercussioni che questi processi hanno nella vita relazionale dei più giovani.

A questo segue l’elaborazione di modelli, strategie e interventi propedeutici al lavoro psicopedagogico e di prevenzione di bullismo e cyberbullismo nei contesti giovanili.

Il Master, fruibile online al 100% grazie ad una piattaforma di e-learning, affronta discipline come:

  • Pedagogia generale;
  • Osservazione pedagogica della devianza minorile;
  • La navigazione dell’internauta e l’intelligenza digitale;
  • Realtà virtuale: videogioco, blog, social network;
  • Sociologia della famiglia;
  • Comunicazione ed espressione dei nativi digitali;
  • Sicurezza in rete;
  • Peer&Media education;
  • Percezione del sé digitale.

Per saperne di più sul nostro Master e su tutti i corsi Unicusano fruibili a Potenza, scrivici o chiama il numero verde 800.98.73.73.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali