informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Le 7 cattive abitudini degli studenti universitari (e come cambiarle)

Commenti disabilitati su Le 7 cattive abitudini degli studenti universitari (e come cambiarle) Studiare a Potenza

Abbiamo tutti abitudini di studio diverse. Alcune sono efficaci e permettono di raggiungere facilmente i propri obiettivi, mentre altre sono effettivamente dannose per la tua esperienza di apprendimento. Il modo in cui studi dovrebbe essere in grado di farti mantenere il passo con il tuo ritmo accademico. Se pensi di dedicare molto tempo allo studio ma continui a ottenere risultati scarsi, assicurati di evitare cattive abitudini di studio.

Procrastinare

In altre parole, stanno procrastinando. Procrastinare è un’abitudine molto comune e molto facile da capire. Studiare per gli esami può essere molto stressante e ti costringe ad affrontare le tue paure e insicurezze.

Ma la gestione del tempo è un’abilità essenziale per qualsiasi studente universitario, da qui l’importanza di creare un programma settimanale per bilanciare il tempo dedicato a studio, riposo, attività fisiche, eventi sociali e familiari, ecc. Alcuni studenti usano una tabella o un programma per strutturare il loro tempo durante la settimana. Una buona gestione del tempo riduce lo stress, il che può promuovere un migliore apprendimento durante il trimestre

Ci sono molte strategie anti-procrastinazione che puoi adottare, dalla migliore gestione del tempo all’essere più organizzati, seguendo le liste di cose da fare, fino a chiedere a qualcuno di controllare i tuoi progressi. Esistono anche app che aiutano a monitorare i progressi compiuti e a tenere organizzati gli impegni con liste personalizzate e notifiche.

Studiare nel posto sbagliato

Regola generale: se ti addormenti quando leggi in un posto (ad esempio, sul divano o sul tuo letto), questo non è il posto migliore per studiare per te. Studiare a casa è complicato e non sempre è la soluzione ideale. Puoi affrontare molte distrazioni che possono impedirti di prestare il 100% di attenzione al compito da svolgere.

Che si tratti del suono della TV, delle faccende domestiche o dei parenti che vogliono parlare con te, qualsiasi interruzione può porre fine al il tuo slancio. Tuttavia, se ti assicuri di impostare uno spazio dedicato allo studio che sia privo di distrazioni, puoi beneficiare della facilità e della comodità di studiare a casa.

Lo stesso discorso vale per posti con molte distrazioni, come ad esempio la spiaggia. Tuttavia, alcune persone provano beneficio dal vociare in sottofondo: devi testare diversi ambiente e scegliere il posto giusto per studiare.

Sottovalutare le distrazioni

La maggior parte degli studenti sottovaluta quanto l’ambiente circostante possa influire sulla loro capacità di studiare. Le distrazioni hanno un’influenza negativa sul tempo di studio e sulla qualità dell’apprendimento. È importante eliminare tutte le forme di distrazione, inclusi dispositivi mobili, televisione e computer, quando si cerca di concentrarsi sullo studio.

Un consiglio: se è difficile per te non essere connesso, potresti provare a premiarti con una piccola pausa davanti la TV o sui social media dopo aver completato una certa quantità di studio.

Studiare la sera prima

Quando i corsi e gli esami si sovrappongono, la mancanza di tempo sembra essere un problema comune. Durante il semestre, le responsabilità, i compiti e le attività sociali degli studenti spesso hanno la priorità, il che lascia ad alcuni studenti solo poche ore per studiare prima di un esame. Queste ore condensate possono portare gli studenti a tirare le notti notturne che, nel tempo, possono avere un effetto negativo sui loro schemi di sonno.

Potresti superare alcuni test studiando solo la sera prima, ma sarà difficile mantenere alte prestazioni con questi ritmi. Non solo gli studi accademici richiedono molto tempo, attenzione ed energia, ma il tuo cervello non funzionerà altrettanto bene senza una buona notte di sonno. Il motivo? Il sonno aiuta il cervello a elaborare e conservare le informazioni apprese durante il giorno. Durante il sonno, queste informazioni vengono classificate e archiviate, il che diventa molto importante quando uno studente ha davvero bisogno di ricordare i dettagli. Lunghe sessioni di studio senza dormire sono controproducenti perché il cervello può conservare solo gli aspetti generali delle informazioni.

Cosa fare per consolidare gli apprendimenti? Prenditi una pausa un giorno prima di un test, fai qualcosa che ami come andare a fare una passeggiata o incontrare gli amici. In una pagina riassumi i punti principali da ricordare e rivedila solo la mattina del test dopo una bella colazione.

Studiare con le persone sbagliate

Scegliere le persone giuste con cui studiare è un fattore importante per le tue prestazioni di apprendimento. Ad esempio, studiare con gli amici potrebbe essere un’ottima idea se tu ed i tuoi amici siete abbastanza motivati ​​e sapete come sostenervi nelle parti più impegnative dello studio.

Va bene affrontare lo studio con ironie e spensieratezza, ma sappi quando mettere il limite se necessario. Se tu e il tuo compagno di studio finite per parlare di altri argomenti, potrebbe essere meglio studiare separatamente o vedervi soltanto per fare dei test dopo aver appreso il materiale da soli.

Alimentazione scorretta

Sei quello che mangi, ma la mancanza di tempo, la scarsa motivazione o la mancanza di conoscenza possono portare a cattive abitudini alimentari. Il cosiddetto “junk food” contiene molte calorie e alti livelli di grassi, zuccheri e sale. Il corpo ha bisogno di buone fonti di energia per supportare la sua funzione quotidiana. Un individuo che non consuma i giusti nutrienti si stancherà più rapidamente, il che influenzerà direttamente la sua capacità di concentrarsi e studiare in modo efficace.

Gli studenti tendono a consumare bevande energetiche per stimolare il cervello, aumentare l’energia e migliorare la concentrazione, ma la stimolazione continua del cervello in questo modo aumenta il rischio di dipendenza. Inoltre, le bevande energetiche contengono molte sostanze dannose che possono alterare la salute degli studenti e possono portare ad un aumento dell’ansia, dell’insonnia e del mal di testa.

Multitasking

Una ricerca condotta presso la Stanford University ha rivelato che si è meno produttivi quando svolge il multitasking rispetto a quando ci si concentra sul finire un compito alla volta. I ricercatori hanno anche scoperto che coloro che sono costantemente esposti a diversi flussi di informazioni elettroniche non riescono a concentrarsi, memorizzare informazioni o passare da un’attività all’altra, al contrario delle persone che gestiscono solo un’attività in un dato momento. Quindi forse è ora di smettere di inviare e-mail se stai seguendo finendo un paragrafo o ascoltare la tv in sottofondo mentre stai trascrivendo schemi. Facendo di meno, potresti ottenere di più.

Non è facile costruire abitudini di studio nuove ed efficaci quando sei abituato a quelle cattive. Tra compiti, esami e attività extrascolastiche, è facile sentirsi sopraffatti e rimandare il lavoro e lo studio fino all’ultimo minuto. Quindi, è importante avere un piano di studio non solo per gestire il tuo tempo ma anche per farti andare avanti nel tuo apprendimento.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali